REGISTRATI

Questo è il muro dei Tifosi della Robur 1904!

CI TENGO A PRECISARE QUANTO SEGUE: Tutti sono benvenuti purchè mantengano un comportamento corretto. Il proprietario del dominio non si ritiene responsabile di messaggi, video e foto inseriti sul muro per i quali ne risponderà l'autore stesso. Tutto ciò che è offensivo o comunque non consono sarà rimosso e l'autore verrà gentilmente accompagnato fuori.
ATTENZIONE - 25/03/2016 - Per scrivere è necessaria la registrazione. LA REGISTRAZIONE AUTOMATICA E' STATA INTERROTTA.
Per scrivere sul muro è necessario inviare i vostri dati per email - MUROROBUR@GMAIL.COM, e solo se saranno forniti dati ritenuti validi (nome e cognome) attiveremo la registrazione. In fase di registrazione dovranno essere forniti i seguenti dati: Nome, Cognome, Utente, Email, che saranno trattatiai sensi dell'art.7 del D.lgs.196/2003 (Nuovo REGOLAMENTO EUROPEO privacy- 679/2016 GDPR 2018).
Inoltre preciso che in fase di inserimento dei commenti, il sistema preleverà l'indirizzo ip del commentatore, solo allo scopo di tutelare il titolare del dominio, in caso di azioni giuduziarie. In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell'art.7 del D.lgs.196/2003 (Nuovo REGOLAMENTO EUROPEO privacy- 679/2016 GDPR 2018) - LEGGI TUTTO

Galileo | Santopadre | Castellarin | Giulio | Sandra | Francesco | Simona | Guaspa | Renzo | Arturo | Colonnino | Ciani
Utenti online: | Utenti Registrati connessi:
Totale messaggi 1000
Data: 16/06/2021 21:32:50 Nick: Braccio da Montone

Bene Bravi Bis.....ovviamente sabato bisogna vincere altrimenti non entri nella graduatoria dei ripescaggi....ai play off ora ci siamo ma la prima fase va obbligatoriamente superata (partita con il Trastevere) se no non s'è fatto niente, perché altrimfnti non rientri nella graduatoria ......tutto questo per la precisione.

Ma quali sono le società che falliscono in C??...ce ne deve essere una carrettata se siamo convinti di andarci noi, visto che prima delle società di serie D pare tirerebbero di sopra quele appena retrocesse.

Ultima cosa.
Ho visto girare dei video nel nostro spogliatoio dopo la partita vinta, al grido:
..."CHI HA VINTOOOOOO??????.."
Beh la risposta direi che mi pare scontata:
...IL MONTEVARCHIIII!!!!!
P.... M......

Data: 16/06/2021 16:51:56 Nick: vecchiocuorebianconero

Io a Ilari e tutti quelli che strappano i calzettoni glieli farei ricomprare

Data: 15/06/2021 02:03:42 Nick: Braccio da Montone

Siccome sono abituato a dire sempre le cose come le penso...diciamocela tutta fino in fondo.

Pur nel rispetto di Pianigiani, che mi pregio di conoscere al pari di tutta la sua famiglia (che saluto) io credo...ma ripeto senza togliere niente a lui ed al suo impegno....io credo che affidargli il settore giovanile (rimaneggiato mi verrebbe da dire), sia un errore madornale, perchè visto il campanile che ci contraddistingue (qui è Palio tutti i giorni non due volte l'anno) non credo che il ruolo che riveste presso una società locale, possa essere aggregante per le altre, perché sono convinto che potrebbero vedere in questa mossa un qualsivoglia vantaggio per la sua società di cui lui è...tutto, ed invece secondo me per rifondare bisognerebbe ripartire da investimenti seri, mirati, ma sopratutto da una unità d'intenti che non riesco a cogliere adesso.

Io ho sempre perorato l'importanza della centralità della società su qualunque attività tu svolga, che sia settore giovanile o qualsiasi altra cosa, ma deve essere sotto l'elegia societaria, l'ho sempre sostenuto, lo sostengo e lo sosterrò sempre, anche adesso che l'amico Antonello si approccia ad un passaggio così importante.

A dire il vero la società aveva nelle intenzioni, iniziato bene lo scorso anno quando appena preso possesso di tutto, (era il 1 settemnbre 2020), ripartirono con il settore giovanile dove l'articolista del giornale ci disse, che riguardo al S.G..."la gestione sarà tutta dell'ACN Siena...."
E questa direi fu una ottima partenza, poi era da verificare se i due prescelti fossero all'altezza o no di un compito che forse nemmeno loro fino in fondo avevano mai svolto e sopratutto lasciati liberi di volare e liberi dalle grinfie dei collaboratori della Durio che a quello che mi si dice avevano dettato i tempi di tutto in questi anni....provate a chiedere a qualche genitore se non credete alle mie parole....

Qual'era il lavoro che dovevano svolgere e che non era mai stato fatto se non ai tempi della serie A forse, ma con parametri diversi...(a parte far sgambettare i ragazzi in campo)???.... quella di fare una sintesi tra le società del territorio (e quando parlo di territorio mi allargo a tutta la provincia di Siena non solo della città) tali da coinvolgere le varie entità in un progetto Siena che aveva come fulcro il Siena calcio, foriero di investimenti mirati proprio a questo specifico asset societario, tale da creare sinergia con le varie società fino a ieri (ma anche oggi) prone a squadre italiane le più disparate che pescano da noi costantemente.

Andava tagliato questo cordone ombellicale con l'esterno e crearlo uno nostro proprio, perchè gli obiettivi dichiarati alti potessero fare da collant, e non nego che se fino ad oggi le società del territorio avevano collaborato con altre società italiane è sicuramente perché è mancato proprio la società principe del territorio stesso,, il capoluogo quella di casa e cioè il Siena.
Non ci era bastato il rompete le righe di Ponte che aveva oltretutto liberato oltre 80 ragazzi del settore giovanile del Siena, non ci sono bastati 4 anni dela Durio dove sapevamo fin dal 27 aprile 2016 quali fossero gli intenti di quella proprietà, non ci era bastato veder partire ragazzi per tutti i lidi d'italia...due esempi su tutti??..i figlioli dell'allora allenatore del Siena Mignani che emigrarono a Firenze...vi sembra normale???

E questa è responsabilità della società, ma non ci era bastato tutto questo che dopo i primi buoni intenti di settembre, per oltre 8 mesi niente si era mosso, nessun rapporto stretto, quando invece la pandemia e il fermo forzato dei campionati se non ci dava modo di seguire la crescita dei ragazzi almeno la crescita dei rapporti con le altre società doveva esserci...ed invece niente è stato fatto o quasi niente, ma comunque non tale da ripartire con un'altra impostazione, sono stati solo mesi gettati al vento,nel disinteresse societario (tanto il SG si manteneva da solo grazie alle quote dei genitori ma niente di più, cosa ci poteva importate di tutto questo???...SG chi è questo socnosciuto????)

Per fare questo ho sempre scritto che non serviva un allenatore prestato al ruolo, ci voleva gente illuminata su come organizzare e far funzionare un settore giovanile tale di questo nome, ma a parte ridicoli inni all'Accademia con squadre del Fanculistan. poi di fatto niente è cambiato nei rapporti con le società del territorio che hanno GIUSTAMENTE continuato a mandare ragazzi a destra ed a manca, perchè noi eravamo fermi, il Siena era assente anche oggi, come ieri

Ecco se la scelta fosse quella che si suppone, ritengo che l'interesse non sia mai salito nonostante gli epiteti Belliani e lo dimostra il fatto di dare a nolo un asset che è obbligatorio sia di gestione diretta della società...e mi ripeto, non per il Pianigiani...ma bensì per il fatto che non ti puoi permettere pià buchi nell'acqua, e potrebbe succedere affidando il giochino ad un imprenditore che è di parte e che sicuramente non convince tutti gli altri perchè come detto prima, nel Palio quaotidiano che è nel nostro DNA, ci rivedrebbero vantaggi che potrebbe prendersi.

Se davvero Antonello Pianigiani stimola la società Armena dall'alto delle aziende che rappresenta, che lo si coinvolga in quelli che sono i progetti immobiliari e non della Holding, chi meglio di lui può appoggiare con tutto quello che il suo lavoro gli mette a disposizione non ultimo radio e televisione oltre ad appoggi finanziari i progetti che tanto si sente dire in giro, altrimenti mi viene da pensare che sarebbe solo l'ennesimo pollo da spennare, e ciò non è ne giusto ne etico, oltre ad essere una cosa meschina.

Che il setorre giovanile sia gestito dalla società in un ruolo di superpartes a garanzia di tutti e sopratutto degli interessi di tutti e non solo di uno....si perchè la cosa viene percepita così, mi ripeto al di là delle nobilissime intenzioni di Pianigiani che non si è mai tirato indietro nel supportare lo sport senese a qualsiasi livello e di qualsiasi disciplina, per lui era immagine per gli altri erano soldi.

Quindi ricapitolando, ritengo sia sbagliato approcciarsi al problema in questo modo da parte della proprietà, non è questo il modo, e non sono questi gli attori che possano dare slancio, anzi per tutto quello detto ho paura di una forte contrazione proprio in virtù di quello che rappresenterebbe Antonello Pianigiani per gli altri, e questo dopo anni di immobilismo non ce lo possiamo permettere perché non ci possiamo permettere di perdere altro tempo prezioso.

Se si sono scelte personalità cosi alte come Perinetti, niente vieta di trovarne uno che possa dare slancio anche al settore giovanile, ma deve essere ad appannaggio della società sopra tutto e tutti (infatti in prima persona come non va bene lui non andrebb e bene nemmeno qualche altro di altre società, la gestione deve essere centralizzata) nell'intento di riunire non di dividere ulteriormente e ad oggi mi pare che il problema non sia propriamente percepito in questo modo, ci vuole gente preparata, referenziale, con progetti chiari, non serve inventarsi altro.
Poi se volete accordi sinergici con Pianigiani fatelo partecipe della società in quello che è il suo lavoro di imprenditore prima e di editore poi, credo che i modi di inserimento siano molteplici e questra società ha davvero bisogno di tutte le sinergie anche cittadine, ma gestite da voi il Settore giovanile.....qualunque altra decisione, per me è segnale di disimpegno e di disinteresse, chiunque lo perori, che sia la proprietà, i consigliori, o lo stesso Perinetti.

AD MAIORA

Data: 14/06/2021 21:47:24 Nick: Braccio da Montone

..........DIVIDE ET IMPERA.......

(pronuncia dìvide et ìmpera; letteralmente «dividi e comanda») è una locuzione latina secondo cui il migliore espediente di una tirannide o di un'autorità qualsiasi per controllare e governare un popolo è dividerlo, provocando rivalità e fomentando discordie.

IPOTIZIAMO...IPOTIZIAMO...E POI DI NUOVO IPOTIZIAMO..........CHE NE PENSATE SE SUCCEDESSE QUESTO??

GESTIONE TECNICA.

Demandata a Perinetti (se viene ehhh..) con i suoi collaboratori, supervisione di tutta la parte tecnica ed amministrativa applicata alla tecnica, compresa prima squadra ed Juniores (succedaneo della prima squadra).
Non si rileva la necessità di una figura da DG con cognizione di causa, visto che tanto farà tutto Perinetti


GESTIONE IMMOBILIARE + SETTORE GIOVANILE

Rimangono tutti attaccati al formaggio come topi, la parte per loro noiosa la fa Perinetti che però non può padellare se no ne vanno di mezzo i loro interessi, (stile pass vaccinale per l'edificazione) quindi va da se che il calcio sarà lo stampellone del mattone (da verificare i progetti che ad oggi però non ci sono)
Nessuno si muove dal proprio seggiolone, compreso....tutti....e l'omo campa.

Nel CdA entrerà a farne parte il Presidente del Settore Giovanile, ma che rimarrebbe confinato alla gestione delle squadre dei più piccoli, visto che Juniores sarebbe sotto a Giorgione nostro.............quindi per qualcuno ci sta di andare a Roma e non vedere nemmeno il Papa.
Da capire dove troveranno gli impianti senza che mettessero in cantiere un bel centro sportivo (la prima cosa da fareeeee..) dato che non si può fare tutto in un campo solo........ma forse questo potrebbe non essere più un problema.

DIVIDE ET IMPERA.

Data: 14/06/2021 21:10:47 Nick: Braccio da Montone

Quando l'aria si fa unta a me qualche dubbio viene sempre.

Abbiamo visto una sfilata di personaggi...o per lo meno ci sono stati descritti come prossimi tutti al capezzale del Siena.... Perinetti, già a Siena secondo i bene informati, con annesso stuolo di collaboratori, Causarano dottore di fama che torna a casa base, nella sua specificità anche Vincenzo Loi può essere visto come un interessante ritorno, non ultimo l'immargiscibile Pianigiani di ieri che ci svela uno dei due dogmi Belliani che non eravamo riusciti a codificare...il settore giovanile..

Sembrerebbe diventato il ben godi, questo bistrattato Siena, ma...siamo sicuri...davvero sicuri... che non siano degli importanti depistaggi o per lo meno ad oggi solo pour parler e niente più a differenza di quelle che sono parole vergate con sicurezza dagli addetti ai lavori nei vari siti e giornali??

Parto da un concetto....IL PATTO DI RISERVATEZZA...che in questi casi è buona regola adottare, e quando si violano certi accordi verbali stilati nelle segrete stanze, un pensiero a chi è coinvolto di sicuro viene...."ma s'era detto di sta zitti"..... e poi tutto è di dominio pubblico, ed ecco che allora tutti aspettano nonostante le riassicurazioni che arrivano dall'informato di turno..... e non vorrei che si fosse mangiato l'uovo in culo alla gallina.

Di Perinetti sembra sia un anno che è qui, non un mese, ci sono già gli adepti pronti, gli scout, tutto pronto insomma, anzi quasi fatto...anzi fatto...anzi ha già dato le direttive, peccato che abbia un contratto fino al 30 giugno con il Brescia che sicuramente scioglieranno senza colpo ferire, ma se aspetta, vuol dire che lo deve fare e qui nel borgo polveroso, già ha messo mano a tutto (poi ne parliamo).
Io non dubito che venga, penso invece che siccome ancora non c'è, lui stia osservando i comportamenti di chi si è proposto per portarlo a Siena ed un po di tutto l'ambiente.....si sono fidanzati??...hanno già franellato??..ma far pensare che il matrimonio è gia santificato non credo sia corretto....ma poi se Perinetti putacaso dicesse di no,la colpa di chi sarebbe????.....No perchè visto come ci hanno abituato dopo il primo Gilardino non vorrei mai che poi puntassero il dito come allora.....sarebbe una figura di merda???..certo che si, ma tanto questi ci sono abituati visto che per un mese e mezzo SIAMO STATI LA BARZELLETTA D'ITALIA con i Russi sul ponte di comando.

Di Causarano non si sa niente. se non che è libero da vincoli..lui si già da un mese, c'è da capire se sarà più interessato a portare avanti il suo lavoro o confondersi con....il Siena....vedremo, anche li la parola fine non è scritta.

Lo stesso di Loi, anche lui adesso lo possiamo nascondere dietro qualche consulenza, ma non so se sarà dei nostri, io lo spero, ma non vorrei che tali consulenze siano fine a se stesse giusto per i rapporti che intrattiene in federazione ormai da anni proprio in ottica ripescaggi.....che s'ha fa si fidelizza il ragazo o no??...anche lui starà osservando....

Siccome in alcuni post di qualche giorno fa dopo le dichiarazioni di Belli avevo annusato un minestrone niente male, ecco che ieri sera a Siena tv esce anche l'immargiscibile (l'ho definito io) Pianigiani, quello buono per tutte le stagioni a volte in prima persona (a Siena prima a Poggibonsi poi) a volte sedotto ed abbandonato come fece la Durio lo scorso anno, a volte a puntellare sia nel calcio che in altri sport le nefandezze altrui.... e proprio ieri sera scopriamo che uno dei dogmi Belliani era proprio lui.
Ora io non entro nel merito della decisione o di quello che sarà o potrebbe essere l'idera di settore giovanile che il buon Antonello potrebbe portare avanti, quello che invece sottolineo è l'uscita di Pianigiani, visto che a mio avviso il PATTO DI RISERVATEZZA anche qui ci sta sia andato a ramengo come per Perinetti, ma sopratutto ritengo che Pianigiani, non c'abbia voluto dire una cosa fatta, perchè fatta non è, ma ci abbia voluto significare la sua verità a fronte di un qualcosa che evidentemente già circolava, e prima che lo dica qualcun altro l'ha declamata lui...tra l'altro mi pare che anche dalle sue parole siamo in alto mare, sia in un senso che nell'altro....ovviamente dal buon Belli ci sarebbe piaciuto sapere anche l'altra opzione per il settore giovanile, ma così non è stato e noi stanotte garantiamo che ci dormiremo lo stesso.

Quindi ancora uno spot ad uso e consumo del tifoso, che piaccia o no, ma a questo punto la nostra numerosa redazione, se così andassero le cose, potrebbe anche iniziare a ragionare su alcune cosine che fra l'altro ho gia esternato giorni fa....e cioè che sto calcio per la proprietà è un seccolo importante, un noioso foruncolo e quindi lo si affida in parte a Perinetti, in parte al Pianigiani(???), ma va da se che la loro idea (Armena/bottegaia di Siena) di sviluppo societario non passa certo dal calcio ma bensì da un qualcosa che va al di là...cioè l'aspetto immobiliare che tra l'altro Antonello sottolinea nel suo passaggio.

Leggendo il FOL due giorni fa mi si accese la lampadina quando defini Perinetti più che un DS, un DG, ed ecco che con una sola persona ne vai a coprire due ma sopratutto non avresti o da prendere nessuno da fuori che conosca quel lavoro, lasciando gli equilibri interni intatti...tanto fa tutto Perinetti.
Poi...siccome sto settore giovanile, peggio mi sento, che si fa, lo si da a qualcuno (ora ripeto non so le idee di Pianigiani in merito...se sarà lui...ma ricordai pochi giorni fa che la stessa cosa fatta da Ponte che spesso fortunello com'è gli vanno pure bene, fu un totale fallimento) ed ecco che affidando il tutto a terza persona, la forza societaria non si concentra anche su questo specifico ambito ma lo lasci alla forza economica di chi se lo accolla, qualunque essa sia...sarà superiore alla proprietà Armena???, sarà inferiore??...ma l'una e l'altra cosa fa tutta la differenza del mondo......ovviamente tutto sarà concentrato sulla prima squadra che se vincerà darà imput ai progetti importanti già forse in cantiere, sempre che li si vogliano portare in fondo, però se si comincia così penso solo ad una ristrutturazione e poco più dai costi lo stesso importanti ma tale sarà.....immaginando pure che nel palazzo dei palazzi, questo contava, mantenere gli impegni presi, il resto chissà.


P.S....Leggo dello sgombro di Argilli. all'epoca fu una scelta di qualcuno in società che non piacque a molti, oggi se ne va...vorrei capire....ma chi lo scelse declamandone doti enormi, quasi esagerate, quasi una lode di indispensabilità, ma oggi che dice???....o a mangiare pani di merda poi uno si abitua??...come funziona sta cosa???

Io spero che chiunque andrà ad organizzare settore giovanile sia qualcuno che ha un progetto ad ampio e lungo respiro (e non avrei visto male il coinvolgimento delle realtà locali e provinciali in un unico progetto Siena, invece che mandare i ragazzi a giocare nelle solite squadre....ma ci vuole visione per questo), aborro il piccolo cabotaggio, e ci rimarrei male se ci fosse l'ennesimo cambio della guardia come da sette anni avviene ormai fra uno ed un altro...ex giocatori del Siena...io direi che possiamo aver concluso qui questo balletto, credo che abbiamo già dato...ora bisognerebbe cambiare passo, ma un cambio deciso, se davvero il settore giovanile nella mia mente bacata dovrebbe alimentare la vita della società da ora in avanti, visto la situazione mondiale ma di fatto come è sempre stato, chi ha fatto settore giovanile come deve essere fatto, ne ha tratto benefici (e non mi ripeto sempre con i soliti esemnpi) chissà fosse mai una richiesta possibile una volta tanto.....

Data: 12/06/2021 21:40:09 Nick: Braccio da Montone

Infatti mi chiedevo:
Perché buttare là notizie così sensazionaliste??
Perché invece di dire...io penso che....non c'è a monte un'informazione preventiva sullo stato dell'arte??
Uno poi che fa... ci spera, si convince, si illude e poi se va tutto a ramengo di chi è la responsabilità??.....

Sono cose a me agnostiche, che non capisco....o forse si.

Data: 12/06/2021 19:23:47 Nick: santinonuccio

Ma infatti.. Li devi almeno giocare.. Che poi noi con la media punti che abbiamo anche lì vincessimo saremmo noni.. E ci sono squadre come latina Messina casarano che non credo rinuncino...

Per 1 Euro tutti allo stadio per applaudire il Latina che saluta il campionato e punta sui Play Off e il ripescaggio

Data: 12/06/2021 18:53:27 Nick: Braccio da Montone

Il FOL all'interno di un suo articolo recita pure:

"....Ma sono così importanti i play off in chiave ripescaggio? A nostro parere no, perché nessuna delle società che ci precede in classifica, ad eccezione forse della Pianese – e in questo senso il Trastevere si è già espresso – sarebbe disponibile a presentare domanda di ripescaggio sia per problemi logistici (stadio adeguato) che economici (350.000 euro non sono pochi). E’ chiaro che per accedere ad eventuali ripescaggi verrà stilata una graduatoria di tutti i gironi, ma scorrendo le classifiche, sono poche, pochissime le società che potrebbero concretamente presentare la domanda. A quel punto tutte le società interessate, al di là della posizione in classifica, avrebbero la possibilità di presentare la richiesta di ripescaggio........"


SECONDO ME INVECE SI.....È FINDAMENTALE ACCEDERE AI PLAY OFF....perché salvo deroghe se non vi accedi non hai diritto ad essere ripescato.
Le motivazioni addotte valgono solo se fai i play off.
Tra l'altro mi risulta che nel caso vi fossero defezioni la C potrebbero partire addirittura sotto organico.......ed inoltre, chi esce ai preliminari dei play off nemmeno viene inserito nella graduatoria dei ripescaggi.

Io eviterei certi toni semi- trionfalistici, perché non sono reali, intanto entraci...poi vinvi i preliminari (altrimenti ti scorreggiano in bocca come ti chiami, ti chiami e poi prova anche a vincerli tante volte non bastasse artivare dietro.

Io ci credo poco che negli altri 8 gironi non ci siano città che hanno un passato simile al nostro e che non ambiscano a essere ripescate......certo se prendi il Trastevere...il Trestina...vorrei vedere, provate invece a guardare negli altri gironi che squadre ci sono......non vorrei ci rimaneste male, oltre a chiedermi se quello che ha scritto sta cazzata nell'asserire delle cose ha pure contattato le varie società degli sltti gironi...io dubito sulla bontà dell'informazione, .....e comunque prima ci sono dei passaggi obbligati:
- Entrarci
- Vincere i preliminari
- Arrivare più su possibile ai nazionali
- Mettersi una mano al culo affinché decidano di ripescare perché non è obbligatorio lo facciano.....in virtù del fatto che la Lega di C potrebbe pure andare sotto organico visto che sono anni che dicono di diminuirne il numero delle squadre......

MA FONDAMENTALE È ENTRARCI SE VUOI SPERARE CHE UN MIRACOLO AVVENGA.

AD MAIORA

Data: 12/06/2021 17:04:59 Nick: Braccio da Montone

Il FOL lo cita come collaboratore di Perinetti (DS????)...e la nostra numerosa redazione è voluta andare a vedere chi fosse Pierfrancesco Strano.....attraverso un 'intervista rilasciata nell'ottobre del 2020 a Tuttomercatoweb


ESCLUSIVA TMW - Nuovi ds crescono, Strano: “Sogno realizzato. Io sulle orme di Perinetti e Faggiano”TUTTOmercatoWEB.com

MARTEDÌ 20 OTTOBRE 2020 12:33

Classe 92 ma con le idee già chiare e un background di tutto rispetto. Tra i nuovi direttori sportivi che hanno conseguito l’abilitazione a Coverciano c’è anche Pierfrancesco Strano. Abile talent scout, cresciuto sotto l’ala protettiva di Giorgio Perinetti a Venezia e al Genoa e poi al Parma con Daniele Faggiano, adesso Strano prova a camminare da solo. E a Tuttomercatoweb racconta il traguardo raggiunto.

Scout al Venezia, poi al Genoa e al Parma. Adesso ds. Strano, com’è il salto?
“È un sogno che si realizza. Quando sono partito non avrei mai immaginato di raggiungere questo piccolo traguardo. Ho preso un patentino ma non vuol dire ancora essere operativo”.

Ha imparato i trucchi del mestiere da due ds come Perinetti e Faggiano. Mica male...
“Perinetti per me è un secondo padre, mi ha fatto crescere soprattutto come persona e anche come professionista. Da Perinetti ho imparato il modo di rapportarsi con le persone: mai mettersi un gradino sopra per far pesare i trascorsi. Perinetti è un direttore che ascolta tutti, poi prende le decisioni da solo, giustamente. Con Daniele Faggiano ho lavorato come scout e ho apprezzato l’organizzazione e anche la gestione dei rapporti umani. In entrambi i casi ho avuto la sensazione di stare in famiglia”.

Al corso per diventare ds ha trovato anche ex calciatori di tutto rispetto. Da Burdisso a Sorrentino fino a Munari.
“Partiamo con trascorsi diversi. Loro hanno realizzato il loro sogno tramite fatiche e sono arrivati a raggiungere obiettivi prestigiosi da calciatori. Hanno un pedigree diverso, sono avvantaggiati sul piano dei rapporti ma al corso non hanno fatto pesare in alcun modo il loro passato”.

Con chi ha legato di più?
“Abbiamo fatto metà corsa in aula e metà online. Ho legato tanto con Gianni Munari con cui avevo già lavorato al Parma e con Emanuele Calaiò, Salvatore Violante, Burdisso ma in generale con tutti”.

Vada per il patentino. Ma adesso tocca mettere in pratica gli insegnamenti.
“Che sia tra un anno o tra cinque vorrei una chance per mettere in pratica ciò che ho imparato. Tutto questo portando avanti la cultura del lavoro che è il mio caposaldo. Comportandosi bene i risultati arrivano, sempre”.

Superfluo sottolineare chi siano i suoi modelli...
“Giorgio Perinetti e Daniele Faggiano, facile. Ho imparato anche da Enzo De Vito che a Parma mi ha dato sempre dei consigli”.

Dediche speciali per il traguardo raggiunto?
“Questo traguardo non me lo sono goduto come avrei voluto. Il 5 ottobre, l’ultimo giorno di calciomercato, mentre ero allo Sheraton ho saputo che mia madre era venuta a mancare. Devo tutto a lei, per come mi ha cresciuto e per gli insegnamenti che mi ha dato. Ha saputo prima del mio traguardo raggiunto ed era fiera di me, questo mi ha reso felice. A tal proposito ringrazio chi mi ha fatto sentire il proprio sostegno in un momento così difficile”.


STAREMO A VEDERE.........

AD MAIORA


Data: 09/06/2021 19:11:09 Nick: Braccio da Montone

DITEMI QUANTO TEMPO È CHE PARLO DI SETTORE GIOVANILE LEGATO AL TERRITORIO E PERMETTETEMI ANCHE DI APPARTENENZA???

ECCO QUI SI CHIACCHIERA E A VIOLAMERDACITY LO FANNO.....

Stessa identità tattica dal settore giovanile alla prima squadra. E l’80% dei ragazzi è toscano

Di Redazione Fiorentina.it -

9 Giugno 2021

Moduli di riferimento e stile di gioco, dai giovani ai grandi la volontà è di creare una linea guida unica. Favorendo i giocatori del territorio

Un indirizzo univoco a tutti i livelli. Di gioco, di identità e di strategie. La Fiorentina è pronta a iniziare la terza stagione dell’era Commisso con un progetto chiaro che conduca tutte le realtà del club verso la medesima stella polare, a cominciare dal settore giovanile per arrivare alla prima squadra. Nel riassetto societario la gestione del vivaio verrà lasciata nelle mani di Valentino Angeloni, con il quale già dall’anno scorso è stato intrapreso un cammino che privilegiasse la scelta di calciatori toscani e che permettesse alle società affiliate con i viola di avere un rapporto più che mai diretto con la casa madre. Così scrive La Nazione.

TOSCANI. La matrice toscana all’interno delle squadre giovanili viola è arrivata a superare l’80% dei tesserati totali (addirittura le formazioni di Under 14 e Under 15 sono costituite esclusivamente da giocatori nati all’interno della città metropolitana di Firenze). Il percorso di crescita sta andando avanti con successo e la volontà dei viola è quella di radicarsi ancora di più sul territorio regionale.

ALLENATORI. Fin dai pulcini tutte le formazioni del vivaio giocheranno con la stessa identità tattica della prima squadra (con il modulo che varierà dal 4-2-3-1 al 4-3-3), un tipo di filosofia tattica che privilegi il palleggio e favorisca il percorso di avvicinamento al calcio dei grandi. Capitolo allenatori: Renato Buso e Alberto Aquilani sono prossimi alla riconferma in Under 18 e Primavera, l’Under 17 sarà affidata a Galloppa mentre l’Under 16 verrà assegnata Capparella. Da sciogliere soltanto il nodo dell’Under 15, la cui panchina resta ancora vacante.


TANTO LA VERA CARTINA DI TORNASOLE SU OBIETTIVI ED IMPEGNI SARÀ SOLO IL SETTORE GIOVANILE E LA SUA CAPILLARE ORGANIZZAZIONE E NON I SINGOLI PERSONAGGI DI CUI SI PARLA OGGI......QUELLI VANNO E VENGONO MA QUELLO CHE CREI DI FUNZIONALE RESTA.........IL SETTORE GIOVANILE VERA RISORSA PER LE SOCIETÀ DI CALCIO..e come sarà impostato darà subito l'idea degli intenti di questa proprietà, al di la dei discorsi di circostanza che sono soliti ed amano mettersi in bocca

Data: 09/06/2021 16:28:15 Nick: roburunicafede

CARO BRACCIO, CREDO CHE QUESTA SQUADRA SIA TALMENTE SCARSA SIA DA UN PUNTO DI VISTA TECNICO CHE DI GAMBA E SOPRATTUTTO DI TESTA CHE POCO CAMBIA SE L'ANNUNCIO DI PERINETTI E' STATO GIA' FATTO O SE VENIVA FATTO DOPO (ANCHE SE ORMAI LE VOCI E LE GIORNALATE AVEVANO DI FATTO UFFICILIAZZATO IL NUOVO DS).

SE VA BENE FAREMO 3 PUNTI NELLE PROSSIME 3 PARTITE E SAREMO FUORI ANCHE DA QUESTI INUTILI PLAY OFF!

ALL'AVVOCATO BELLI, SE DAVVERO CI LEGGE, RIBADISCO CHE NEL CALCIO, PER AVERE UN FUTURO STABILE E DURATURO, SERVONO 2 COSE:
- SETTORE GIOVANILE ALL'AVANGUARDIA
- CENTRO SPORTIVO ALL'AVANGUARDIA

OVVIAMENTE ANCHE I RISULATI SPORTIVI DELLA PRIMA SQUADRA....SIENA COME EMPOLI, CITTADELLA ETC DOVREBBE STABILIZZARSI IN B E OGNI TANTO PROVARE A FARE CAPOLINO IN A...

DISCORSO STADIO: SECONDO ME BASTEREBBE RIFARE CURVA E GRADINATA SCOPERTA CON DUE BELLE COPERTURE E SEGGIOLINI BIANCO NERI...IL RESTO SI PUO' LASCIARE ANCHE COSI'...

MA SE OGNI ANNO SFORNO 3/4 GIOCATORI PER LA PRIMA SQUADRA FORTI E MAGARI LI RIVENDO DOPO UN PAIO D'ANNI CON SUPER PLUSVALENZE SONO APPOSTO...

Data: 08/06/2021 22:53:17 Nick: Braccio da Montone

Non so se è Belli che legge il muro o c'è qualcuno che si segna i punti e poi glieli riporta, ma nella sua esposizione ha elencato punto, punto esattamente nello stesso ordine in cui li avevo elencati io....quindi mi fa piacere che qualcuno ci legga, magari quando ha finito di leggerci è capace che sputa nello schermo del computer da quanto gli si sta sui coglioni, ma almeno un occhio ce lo da.

Tra le cose che scrissi però caro avvocato, io non gli avevo raccomandato di fare questo annuncio così Garibaldino su Perinetti, evidentemente la berciata di domenica, unito ad un palpabile alone di sfiducia (in primis le scarse presenze di domenica e le critiche piovute sulla società) hanno indotto a calmare gli animi, buttando in pasto ai tifosi Perinetti come zuccherino, con il quale immagino avevate già parlato e messi d'accordo.

Ora io non vorrei sempre fare il bastian contrario, ma il mio spirito di rompicoglioni innato mi porta a farle una domanda:

"...Ma lei è sicuro di aver fatto il bene della società facendo questa uscita o ha voluto pararsi solo il culo per se stesso dopo che domenica ha chiappato due berci nel muso??..."

Io credo sia bona la due perché penso (e credo di non sbagliarmi) che lei c'ha riflettuto poco e male su quello che faceva, innanzitutto perché non penso che i giocatori a tre partite dalla fine con un ipotetico play off ancora in bazzica siano così sereni (e questo potrebbe inficiare il risultato finale), da tentare fino in fondo anche l'impossibile.
Potrei magari spingermi a pensare che buttando la il nome di Perinetti abbia voluto alzare le motivazioni a far bene della squadra, ma se questa ha dei limiti caratteriali, pensa sia meglio mettere pressione con un nome così importante che tra qualche giorno gli potrebbe pure ipoteticamente dare un calcio nel culo o lasciare che si esprimano al loro meglio dopo che magari l'allenatore nel chiuso dello spogliatoio gli gira un orecchio per uno in vista delle prossime gare...e mi consenta...da non perdere???

A lei la decisione, io non escluderei niente di quello che ho scritto sopra, compreso la seconda ipotesi, ma ritorno a pensare che l'ha fatto più per la Piazza che per i giocatori stessi che devono scendere in campo.
Molti già sanno che magari il prossimo anno non giocheranno qui, e credo che sia anche per questo che Gilardino ha dato fondo a tutti anche per metterli in mostra il più possibile, per provare magari adesso ad avere dei risultati che domani li aiutino a trovare squadra, e questo deriva dall'essere stato giocatore.

Ma torniamo ai contenuti del suo discorso.
Vedo che l'analisi fatta ricalca molto di quello che scrissi, addirittura qualche nome si ripete, ci sono invece un paio di cose che non ho capito.

1) Lei cita DS, cita allenatore, cita sopratutto Perinetti....non cita il Direttore Genrale...avvocato noi il Direttore Generale non lo abbiamo, in Lega non sanno chi è in Federazione uguale.......avvocato servirebbe.....magari uno che l'ha rifatto, uno che insieme a Perinetti, potesse parlare di calcio con l'Allenatore, perchè qui se no non lo fa nessuno, ma con chi si confronta quel disgraziato, con chi parla di calcio, con Thomas???...con Nemin???...con chi??? .

2) la conferma di Gilardino.....immagino che con Perinetti abbiate già deciso per tenere ancora qui Gilardino, altrimenti lo ha già scavalcato prima ancora di cominciare.......(ed un po di forzatura non la escluderei nemmeno in una situazione apparentemente idilliaca....vuol sapere su cosa???... sull'allenatore avvocato, proprio sull'allenatore, beh soperiamo che a Perinetti gli vada bene lo stesso, le belle parole di Gilardino fanno pensare che il rospo è digerito).......ed anche questo sa di una bella leccata di culo ai tifosi visto che non tantissimi lo hanno messo nel mirino della critica, quindi basandosi anche su questo ce lo riconfermate.
io le dico, avrei aspettato la fine del campionato, senza presentare nessuno, senza dire cose che poi inevitabilmente si prestano a commenti e possono lasciare strascichi perchè una cosa detta, poi è detta ed indietro si torna male...che fretta c'era avvocato???

3) L'altra cosa che non ho capito è dove si è soffermato tre righi in più (e cioè sul settore giovanile) e quello che mi sfugge è una sua frase........."Stiamo lavorando su due ipotesi diverse, entrambe ambiziose...."
Cosa vuol dire avvocato?? non riesco a capire, non riesco a comprendere il modus operandi, ci vogliono le ipotesi per fare settore giovanile???...o è solo un aggiustamento economico???

L'unica cosa che mi verrebbe da pensare è che magari state pensando di dare a qualcuno la presidenza del settore giovanile, dove quello magari ci mette oneri ed onori, me lo ritovo dentro il CdA della società come presidente del settore giovanile facendo fare, con questo modus operandi, ad altri quello che invece la società dovrebbe gestire da se, ed onestamente non vedo cosa potrebbe fare in più o meglio uno che lo gestisce personalmente rispetto a quello che potrebbe rappresentare una gestione diretta della società....sta cosa la vidi fare a Ponte che dette ad un certo D'Alessandro il settore giovanile in gestione...avvocatooo...le dico, all'epoca non finì bene.
I ragazzi, il settore giovanile, E' L'UNICA RISORSA CHE HAI e lei me la darebbe in gestione per staccarsi questo gatto attaccato ai coglioni???....ma se prima di fare lo stadio dovrebbe fare un centro sportivo serio e non avere un campetto di merda o peggio magari affidarlo ad altri che non sia la società...e lei lo svenderebbe così???...l'unica risorsa vera??....

RISORSA:....Qualsiasi fonte o mezzo che valga a fornire aiuto, soccorso, appoggio, sostegno, spec. in situazioni di necessità: r. economiche, intellettuali; risorse dell'​ingegno, ..

Io capisco che lei voglia rifarsi amici quelli che ieri l'hanno preso a berci, magari focalizzandosi solo sulla prima squadra per ottenere tanti bei consensi,,,,eh si lo capisco...ma se la cosa stesse davvero così mi verrebbe da dire che lei del mio discorso di ieri ha preso i punti perchè glieli hanno elencati ma dubito che li abbia letti, soprtatutto l'ultimo, ma sopratutto stento a credere che abbia compreso il senso delle mie parole...di sicuro non mi sarò spiegato bene.

Io comunque spero in Perinetti a questo punto e lasci fare a lui che credo abbia capacità, competenze ed esperienza per fare quello che c'è da fare, mi dia retta credo che qualche volta abbia avuto a che fare con queste problematiche....non mi pare che nella gestione del calcio fino ad ora abbiate fatto cose memorabili,,,si affidi totalmente a chi sa......magari nel frattempo se trova anche uno che come le ricordavo ieri le da una mano nella comunicazione sportiva secondo me non è male, male, per evitare di parlare, parlare ma con il rischio di non sapere nemmeno di cosa si parla.


AD AMIORA.











Data: 08/06/2021 22:00:38 Nick: vecchiocuorebianconero

Carissimi lettori, mi dispiace deludervi perché il signor Giorgio Perinetti, quando e’ stato a Siena, ha detto che “il settore giovanile non mi interessa” ma ha sempre visto tale un giramento di scatole per la gestione dei genitori!
Comunque
Detto questo secondo me sono sbagliati i tempi di presentazione, mancano 3 partite alla fine e presentare lo staff nuovo secondo me non e’ corretto e non porta nessun vantaggio.
E’ stato presentato solo per far tacere le polemiche emerse in quest’ultimo periodo!
Mi dispiace ma questi hanno fallito in tutto e per tutto

Data: 08/06/2021 11:05:49 Nick: TDF

Buongiorno, sempre impegnativo leggerti caro Braccio ma nulla da replicare su ciò che esponi.
Io sarò più breve.

PERINETTI: ritengo che la voce sia uscita quando lui probabilmente aveva anche già avuto modo di valutare i progetti proposti altrimenti, se non accettasse, era come dire alla Siena calcistica....."siamo dei cialtroni e tali vogliamo rimanere".
Lui d'altronde alla sua età (ha 70 anni) e con il suo curriculum può permettersi di scegliere anche dei progetti che partono dal basso senza guardare la categoria; più o meno ha detto così nella sua intervista.
Anzi, forse lo preferisce anche a mio avviso.
Figura di prestigio e conoscitore a tutto tondo del mondo calcio, lui dovrebbe essere il Direttore Generale con supervisione assoluta sull'Area Tecnica.
Poi prendi un DS più giovane e dinamico che segue le direttive del Totem Giorgio PERINETTI, che ci mette anche del suo e soprattutto impara.
Di Battista, quell'altro?
Non mi interessa, lo sceglie Perinetti.
Così come sceglie l'Allenatore.
Io a Gilardino mi sento di rimproverare poco.
Se a Perinetti sta bene lo conferma altrimenti ne prende un altro; ce ne sono a iosa di giovani prospetti oppure di gente esperta che con una figura del calibro di Perinetti se li chiama lo ascoltano.

Da qui poi il resto è consequenziale per tutte le figure in campo amministrativo, medico, etc.

SETTORE GIOVANILE: concordo su tutto.
È il focus su cui puntare.
Lo dimostrano realtà piccole che riescono ad arrivare a categorie altrimenti impensabili così come lo dimostrano società che ormai sono consolidate ad altissimi livelli come Atalanta ed Udinese.

STADIO: sinceramente sono perplesso.
Vedrò che combinano ma il bando assegnato parla di riconsolidamento o comunque di lavori necessari per non perdere la possibilità di giocare al Rastrello. Un importo da poco più di un milione di euro per fare il solito rattoppo secondo me quando invece io mi farei da una parte (la tribuna coperta da consolidare potrebbe essere la prima se proprio questo patrimonio UNESCO non può essere abbattuto) e via via farei il classico stadio con quattro lati attaccati al campo.
15000 posti, tutto coperto, o che ci vorrà mai?
Ovunque li hanno fatti; noi a Siena si spende un milione per riconsolidarlo.
Siamo sempre più furbi.

Meno male finisce il campionato e poi chissà.
Delle volte possono succedere cose impensabili.
Chi ha il campo per fare eventualmente la serie C ed i soldi per farla tra quelle che faranno i playoff?

Alla prossima



Data: 08/06/2021 10:40:42 Nick: ala destra

Braccio: tra i vuoti istituzionali che hai ricordato manca uno: un allenatore

Data: 08/06/2021 03:49:40 Nick: Braccio da Montone

La confusione regna ormai sovrana nel borgo polveroso, e più si va avanti e più mi pare che tutto si amplifichi grazie sopratutto ai risultati che continuano a latitare.
Non che a questo punto servano a qualcosa (visto la classifica e gli ipotetici ripescaggi che secondo me non ci saranno mai, ammesso che si possa arrivare ad entrare nei play off)) ma almeno un sorriso a fine partita concedetecelo....ed invece ieri anzichè un sorriso, anche per essere parzialmente tornati allo stadio, è scoppiata la contestazione, niente di che, un po chiassosa e basta, ma assolutamnete sintomo di un malessere che a mio avviso ha diversi padri.

Sul banco degli imputati la proprietà Armena ma con un pò di onestà intellettuale direi anche altri soggetti, che dovevano recitare una parte fondamentale nell'accompagnamento di questi signori e che credo invece siano il vero emblema del fallimento...agli Armeni però l'onere delle scelte e quindi sono i primi ad aver sbagliato...tutto.

In questo momento se mi distacco ed osservo vedo...il niente, una società deficitaria sotto l'aspetto sportivo, deficitaria nella porpria costruzione, approssimativa nelle scelte fatte, che non hanno creato niente....dopo un anno solo (mi dicono) solo soldi spesi come un'alta serie C, ma ad oggi un nono posto in D senza averci mai messo le mani.

Qualcuno della nostra numerosa redazione aveva provato a significare nel tempo le incongruenze palesate ma come sempre nessuno ci ha ascoltati.
Tutti responsabili, a partire come detto dalla proprietà che nell'annata ne ha combinate più di Carletto in Francia, la parte tecnica orribilis, gestita da Grammatica, e Gilardino, ognuno con responsabilità diverse ma entrambi sotto la media, perchè se il mercato è stato deficitario sotto ogni punto di vista, tecnico ed economico, e nel riprendere un passo dell'intervista del mister....."questa situazione di fragilità è stata assorbita dalla squadra"....anche lui si da un po la zappa nei piedi, perché secondo me mette a nudo anche i suoi errori, visto che quando le cose non vanno la bravura del tecnico (vorrei ricordare Conte a Siena che i nemici se li inventava) sta nell'isolare la squadra e cementare il gruppo nelle difficoltà, se la squadra è stata influenzata, come dice, anche lui forse un buon lavoro non l'ha fatto.

Andiamo avanti, quello che è stato è stato, purtoroppo niente di quello che volevamo ci è riuscito, ma anche il futuro appare assai nebuloso.
Si sente parlare di Perinetti (ritorno auspicato come figura tecnica anche da me in un recente post), però non può essere da solo lui (come qualcuno ha urlato alla proprietà ieri...dateci Perinetti e levatevi dai coglioni), perchè se Perinetti assume il ruolo di ciliegina sulla torta, va altresì detto che ci vuole un torta sotto che ad oggi non esiste.
Ovviamente mi riferisco alla società ed alla sua struttura, purtroppo abbiamo perso un anno per la sua costruzione in vari ambiti, che andava oggi implimentata per essere poi pronti in caso di risalita con un gruppo già da categoria superiore....e visti i soldi a questo punto si può dire buttati via, si poteva anche fare.

Cosa manca??....beh si fa prima a dire quello che c'è, anzi tiriamo una riga e vediamo quello che si potrebbe fare che non sta a me dirlo (dipenderà dalle intenzioni degli Armeni) ma quello che si dovrebbe fare, e nel mio piccolo si può dare qualche indicazione.

Direttore Tecnico -
Diamo per scontato venga il buon Giorgione, anche se immagino che stia riflettendo su un pò tutta la situazione che circonda l'ambiente Siena, penso che possa essere attirato dall'idea di fare un triplo salto come fatto in laguna, ma tutto passa da ben altro che non dall'effimero volo pindarico, tutto da mettere in atto e dimostrare di voler fare. Dalla usa figura dovrà passare tutto quello che è legato all'aspetto calcistico organizzativo, compreso allenatore e staff tecnico e di preparazione.

Direttore Generale -
Auspicheremmo una figura che possa organizzare la società in ogni ambito, che conosca i meccanismi gestionali, tutto quello che serve, ed una referenzialità verso gli organi Federali e di Lega...uno che l'ha già rifatto insomma.
Ad oggi la parte la regge Bellandi che tra l'altro diversi mesi fa a chi gli contestava la sua presenza inibente, per motivi che non conosco, candidamente disse che entro il 30 giugno se ne sarebbe andato, c'è da dire che all'epoca non rivestiva il ruolo di D.G. ma bensì di Vice Presidente, e non so se la data, al pari delle intenzioni rimarrano valide.
C'è da dire che in Lega non c'è traccia, ne del suo nome, ne del ruolo che lui ricopre, pare inesistente, nessuno lo conosce, e se le cose stanno così ecco che si comincia a capire come mai presso le istituzioni calcistiche abbiamo avuto un vuoto che a mio avviso ha inciso in maniera esponenziale....(mi ha ricordato un altro D.G. che tutti battezzavano così in città, ma che di fatto non lo era...ricordate??)........comunque un ruolo a mio avviso scoperto....serve professionista bravo, preparato, che sappia anche dove tiene la coda il cane calcisticamente e non, ma non credo sia introvabile sopratutto se il progetto si dimostrasse serio.

Da qui partirei per una serie di vuoti istituzionali che hanno dell'incredibile:

Amministrazione -
Qualcuno ha parlato di Vincenzo Loi, io lo auspicherei, visto i rapporti che da anni ha tramite le consulenze in federazione, prima con Gravina e poi a seguire con i suoi successori. Già ricoperto nel Siena ruoli simili in serie A, quindi una professionalità certa, ma che a mio modo di vedere deve essere maggiormente coinvolto, altrimenti val bene una/due consulenze (perchè magari non ce lo possiamo permettere stabilmente in D), ma che ritengo in una logica di costruzione futura per ambiziosi traguardi abbia capacità e preparazione per reggere la gugliata....va incentivato, ma sopratutto secondo me se anche ne avesse le intenzioni, sarà alla finestra a vedere come vai a costruire il tutto, cosa fondamentale che sono convinto anche qualche altro personaggio, testè citato, sta facendo.

Segreteria -
Non credo che abbiamo un Segretario Generale da quando Alessio Butini si è dimesso, non mi pare di aver letto di nuovi ingressi, se esiste me ne scuso perchè non sapevo esistesse, di sicuro quando cominci a coinvolgere tali professionalità testè citate, difficile che non si possa addivenire ad una scelta, ci vuole gente preparata anche qui, perchè il quotidiano ruota molto intorno al Segretario ed ai suoi collaboratori, con la speranza che qualcuno sia rimasto in questo deserto dei tartari, sbagliare in quell'uffizio vuol dire sbagliare all'esterno della società.

Comunicazione/Team Manager -
Ho messo insieme i due ruoli , il buon Orlando Pacchiani in serie A li rivestiva entrambi, giornalista, bravissima persona, professionista serio, per me ha rappresentato l'essenza di questo ruolo, preparazione nella comunicazione che oggi ancor più di prima assume un ruolo fondamentale, conoscienza del mondo Siena, restituendo al ruolo di speaker Giacomino (quello di S.Siro ha fatto pure la canzone dello scudetto...pensate all'evoluzione della specie...), mentre per il team manager, quello di oggi così lontano dalla nostra realtà e dalla conoscenza della città e del suo tessuto, io non c'avrei mai pensato di trovarlo a Reggio Calabria.

Marketing -
Ruolo fondamentale, l'ultimo che se ne ricordi ad alti livelli era una prerogativa di Sergio Guerrini che lo svolgeva proprio insieme ad Orlando, ed anche qui si presume una grande conoscenza del Territorio, e delle sue propaggini, la pubblicità è l'anima del commercio, quindi la visibilità e l'organizzazione da sempre incentivano la pecunia, il resto lo fa la categoria e le televisioni...all'epoca della A quello del Siena era anche uno dei migliori hospitality italiani, si mangiava bene e si facevano affari....Attualmente ci fu detto da chi lo gestisce di una grande e strombazzata iniziativa di dare gratuitamente spazi alle attività locali in un momento di contrazione per via del covid, il che voleva dire regalare i cartelli....non so se fu una iniziativa stile spot per darsi un tono ma...il regalare (che poi il cartello lo paghi uguale) è l'antitesi del marketing, quindi va da se che è un controsenso, e devo sottolineare la pochezza dei passaggi durante la partita, per me il niente..... qui credo sia il caso di metterci le mani, se la gallina degli Armeni deve fare due uova.

Settore medico -
Se è vero che torna Causarano risulterebbe un ottimo investimento data l'esperienza maturata e le strutture che da anni si porta dietro, sarebbe un bel segnale che le cose si cominciano a fare come si deve, perchè la salute, il recupero, la scienza applicata alla preparazionne passa anche da professionisti che hanno maturato in ambiti più alti le conoscienze e la professionalità richiesta per farne un fiore all'occhiello
In ogni società l'aspetto medico assume grande importanza, da decidere se vogliamo esserlo o meno, grandi, ma anche qui ci vogliono investimenti, quello che avevamo creato con D'Urbano era un qualcosa che ci invidiava il mondo, abbiamo avuto esperienze in tal senso così alte, perchè non provare a ripetersi???

Settore Giovanile -
Qui ci potremmo scrivere un tomo di roba ma per farne un tomo basterebbe rimettere insieme tutto quello scritto da me in questi anni, perchè sono anni che continuo a dire che settore giovanile e strutture saranno quelle che terranno in vita le società di calcio.
Non mi voglio ripetere se no vengo a noia, ma quest'anno proprio per le difficoltà a sviluppare anche lo stesso lavoro di scouting sul campo per via del covid, visto che a Siena un ci s'ha niente, la vera cosa da fare era stringere accordi sinergici con le realtà del territorio, comunale e provinciale, prepararsi a ripartire già strutturati ed a livello di strutture ho sempre detto che era meglio un grande centro sportivo prima ancora dello stadio, perché non si può fare settore giovanile con un campetto di merda come il Bertoni.
Oltre questo ci metterei il fatto che il Siena dovrebbe fare solo le squadre richieste e d'elite, lasciando alle altre società sul territorio quello che è sempre stato deputato a loro, vale a dire le scuole calcio da cui pescare.....(e qui mi dicono che il mio pensiero si scontrerebbe con chi tutto questo non lo vuol fare, forse per non perdere rendite di posizione dovute agli introiti maturati tramite i genitori che spendono...non lo so)....ma se non si parte mai non riusciremo mai a creare niente e rimarrà negli occhi solo quello che fanno le società che ormai hanno preso questa impostazione, e non mi voglio ripetere con il solito Empoli che sono anni che fa su e giù dalla serie A alla B e viceversa.
Vorrei anche stigmatizzare la novella che una città di 50 mila abitanti non possa reggere ad altri livelli, l'ultimo esempio il Villareal, che nei 22 della rosa della finale di Europa League vinta, ben 11 calciatori provenivano dal loro settore giovanile....11 su 22, ed è una città da 50 mila abitanti come Siena...dove non arrivano si ingegnano....come noi...preciso.
Per tutto questo ci vogliono persone che sanno quello che si deve fare, oggi anche in questo ambito sono cambiate tantissime cose, metodologie di allenamento, preparazione, c'è gente che studia come coniugare la tecnica ed il campo con i ragazzi, gestione del gruppo, ci vogliono persone preparate, competenti, niente va lasciato al caso, gestione e supervisione di tutto, se davvero si vuol trasformare questo settore in un prolifico asset societario.

A noi mancano tutte queste figure, questi ambiti, ma bisogna che i nostri abbiano una visione del da farsi, e questo lo hai solo se scegli persone altamente qualificate. Non saranno mai soldi buttati via, non saranno soldi spesi, ma soldi investiti nel futuro, ma tutto questo non può passare che da un impegno economico costante per creare una rete di società che ti porteranno avanti il lavoro sui bambini perché sono in grado di farlo ed a te sfruttarne poi il prodotto che ne uscirà, ma devi incentivare tutto questo se vuoi allontanare tante società professionistiche che da anni fanno razzia nel nostro territorio comunale e provinciale.
Ad oggi quasi niente è stato fatto, peccato perché stiamo continuando a perdere tempo e basta.

Ultimi ma non ultimi per importanza...gli Armeni.

Sono venuti per fare evidentemente i ristoratori visto che è emerso che si volessero prendere i locali di Sielna. Non è proprio la stessa cosa, ma poi qualche mente li ha portati verso il calcio per un coinvolgimento verso la città e le sue appendici, una istituzionale come il Comune, l'altra un po più ludica come il Siena calcio.
Ho sempre pensato che quello del calcio fosse vissuto dagli Armeni un po come un fastidio necessario, perchè va da se che perdere il titolo sportivo vorrebbe dire perdere certe prerogative sulla concessione/sfruttamento del Rastrello con tutto quello che ne consegue (il Bando oggi assegnato recita questo), ed ecco perchè rimarranno delusi quelli che sperano che se ne vadano, a mio avviso non avverrà mai o perlomeno non adesso, salvo ripensamenti se il progetto ipotetico dello stadio dovesse avere intoppi insormontabili.
Io credo che questo rapporto sia nato male, basato su presupposti non dico sbagliati ma di forza tra le parti, diversa (chi aveva i soldi e non le idee e chi aveva le idee e non i soldi...e non si parte alla pari), con altrettanti obiettivi diversi, e magari poco chiari, fatto sta che fra l'approssimazione innata di questi signori e chi forse non ha spiegato bene quale dovesse essere il loro impegno ed il loro ruolo, oggi forse si trovano a dover pagare un conto salatissimo al di là delle loro reali responsabilità, che sono grandi, badate bene, perché le scelte le hanno fatte loro...tutte...quelli di cui si fidavano li hanno scelti loro...tutti...e quindi chi sceglie e sbaglia inevitabilmente ne è responsabile.

Ecco che il correre ai ripari con Perinetti, è buona cosa se trova sotto una società solida che lo supporti pur nel dover rìcreare li certi ambiti tecnici, (e si ritorna a tutto quello che manca), sarebbe un boomerang bestiale se la scelta fosse stata solo palliativa per accontentare i tifosi, il lavoro di un professionista come Perinetti, va supportato, altrimenti sarà bene che comprendano i rischi che correrebbero in questa città con inevitabili ricadute negative su obiettivi e progetti futuri.
Credo che la scelta sia stata fatta in buona fede, bisogna vedere se hanno compreso quello che Perinetti si porta con se, non ultime le aspettative dei tifosi e forse ieri un piccolo assaggio l'hanno già avuto alla fine della partita.

Il tempo del cambiamneto è arrivato, adesso vediamo se questi signori vogliono diventare grandi o meno, ma tutto passa da un azzeramento quasi totale che presupponga, come spero aver ben spiegato, in un innesto di professionalità acclarate, in tutti gli ambiti della società stessa, affinchè la ciliegina possa avere una torta che la sorregge.


P.S....DUE CONSIDERAZIONI:

Mi perdonerà l'amico che l'altro giorno mi disse di scrivere meno...un ce la posso fà, chiedo venia.........ed infine..... prima o dopo (a vostro uso e consumo) esservi sciroppati tutta questa pappardella, andate a rileggervi se non l'avete fatto prima, le "COMUNICAZION DI SERVIZIO " qualche post più in basso a mia firma...........AIUTERANNO A COMPRENDERE NEL GIUSTO MODO, quello che leggerete o che avete gia' letto.


AD MAIORA.

Data: 06/06/2021 22:19:22 Nick: GhiBell1

Dopo il gol dell'1-2 non ce l'ho piu' fatta a vedere la partita..da torneo parrocchiale. Francamente c'è poco da salvare in questa squadra, i giocatori abbiano la compiacenza di non dire "Resterei volentieri", almeno quello, grazie!

Data: 06/06/2021 19:43:42 Nick: santinonuccio

No ma perché ancora ci sono dubbi che devono sparire tutti? Tutti e per primi queste merde armene che al massimo ci fanno fare la C a vita...

Speriamo di ri fallire piuttosto che avere queste capre

Data: 06/06/2021 19:40:59 Nick: roburunicafede

L'INTERVISTA DI GILARDINO LA DICE LUNGA, SE ANCHE LUI DICE CHE SOLO GUBERTI, A 37 ANNI, E' L'UNICO GIOCATORE CAPACE DI IMPENSIERIRE LE SQUADRE AVVERSARIE, BEH FINALMENTE ANCHE IL GILA HA CONFESSATO DI AVERE UNA SQUADRA MEDIOCRE SOTTO OGNI PUNTO DI VISTA....

I VARI PADULANO, ORLANDO, GIBILTERRA, BANI, ILARI, GUARINO, SCHIAVON ETC ETC HANNO FATTO SCHIFO, QUALCUNO PERCHE' A FINE CARRIERA, QUALCUNO PERCHE' MARCIO FISICAMENTE, QUALCUNO PERCHE' PROPRIO INCAPACE DI GIOCARE A CALCIO...

RIPETO TUTTI A CASINA VOSTRA SI RIPARTE DA 2/3 GIOCATORI (D'IGLIO, MARTINA E GUBERTI) E POI RIFONDAZIONE COMPLETA...

DI FIGURE DI MERDA ED UMILIAZIONI ABBIAMO DATO, IL PROSSIMO ANNO IL SIENA DEVE AVERE UNA SQUADRA CHE ENTRA IN CAMPO CON IL PALLOTTOLIERE....

VOGLIO VEDERE LE SQUADRE DI QUARTIERE INCHINARSI TUTTE LE DOMENICHE E SUBIRE UMILIAZIONI SU UMILIAZIONI E POI ABBANDONARE FINALMENTE E SPERIAMO PER SEMPRE QUESTA CATEGORIA INFIMA!!

Data: 06/06/2021 19:32:24 Nick: roburunicafede

DAVVERO RAGAZZI, TUTTI TUTTI A CASA....

FATE LE ULTIME 3 FIGURE DI MERDA DELLA STAGIONE E POI TORNATE TUTTI A CASA VOSTRA...CI SARANNO SICURAMENTE TANTE SQUADRE IN PROMOZIONE O IN ECCELLENZA PRONTE AD ACCOGLIERVI, PERCHE' QUELLE SONO LE CATEGORIE CHE MERITATE!!

PERSONALMENTE NON TERREI NESSUNO, TABULA RASA, CI VOGLIONO GIOCATORI DI GAMBA CON LA BAVA ALLA BOCCA...IL MONTEVARCHI HA FATTO LA SQUADRA PERFETTA PER LA SERIE D E INFATTI SONO ANDATI IN C...

ADDIO ANCHE A GRAMMATICA, FORSE LA PIU' GRANDE DELUSIONE DI QUEST'ANNO E NON ME NE VOGLIA GILARDINO MA NEGLI ULTIMI 2 MESI HO VISTO ANCHE UNA GRANDE INVOLUZIONE NEL GIOCO...

SPERIAMO CHE ARRIVI PERINETTI E SPERIAMO CHE LASCINO FARE VERAMENTE TUTTO A LUI!

Data: 04/06/2021 15:10:35 Nick: Braccio da Montone

Comunicazione di servizio....

Vorrei ricordare a tutti che per quello che mi riguarda non sono qui sempre a rompere i coglioni perché non mi va bene niente, anzi in realtà potrebbe essere anche così , ma se fosse solo una mia idea, mai lo scriverei qui sopra.....
Se invece esterno perplessità e stimoli critici lo faccio sempre per rappresentare la voce di tanta gente che non ha il coraggio o solo l'opportunità di dirlo apertamente.
Speravo che le persone mi conoscessero un po meglio invece mi rendo conto che non è così.

A fronte di questo spero che chi risulta contrariato dalle mie parole faccia un bell'esamino di coscienza perché spesso magari non ha esitato in tempi passati a cavalcare le mie prese di posizione.
Sappiate che se continuo a rompere il cazzo è perché ancora evidentemente non ho visto niente di quello che davvero andrebbe fatto o di quello che vorrei fosse fatto....ma mi ripeto, a me come ad altri
Fino ad oggi la mia società era differente....vediamo in seguito se rimarrà tale.

AD MAIORA

Data: 04/06/2021 10:07:16 Nick: roburunicafede

MERCOLEDI SEMPRE DA GIACOMINO SENTII UNA FRASE CHE NON MI PIACQUE PER NIENTE E CHE SE NON SBAGLIO LA TIRO' FUORI ANCHE GILARDINO...CHE I RAGAZZI DOPO LA PARTITA PERSA CON IL MONTESPACCATO HANNO PERSO LE MOTIVAZIONI.....

NO SIGNORI QUESTO NON LO ACCETTO PER I SEGUENTI MOTIVI:
1. INDOSSI LA MAGLIA DEL SIENA E LE MOTIVAZIONI CI DEVONO ESSERE SEMPRE DALLA PRIMA ALL'ULTIMA GIORNATA ALTRIMENTI VAI A GIOCARE A MONTESPACCATO E VEDRAI CHE MOTIVAZIONI
2. ANCHE DOPO QUELLA PARTITA LE SPERANZE DEL PRIMO POSTO ALLA LUCE DEI RISULTATI DELLE ALTRE ERA SEMPRE POSSIBILE

QUESTO SECONDO ME DENOTA ANCORA DI PIU' CHE QUESTA SQUADRA E' STATA FATTA MALE SIA DA UN PUNTO DI VISTA TECNICO CHE MENTALE, E' UNA SQUADRA PER LA QUASI TOTALITA' SCARSA E SOPRATTUTTO SENZA ATTRIBUTI E LA SERIE D SENZA ATTRIBUTI NON LA VINCI MAI.....

ORA TUTTI A DIRE CHE A SIENA CI STANNO BENE...E CI CREDONE...E NO FIGHETTE A FINE CAMPIONATI TUTTI O QUASI TUTTI A CASINA VOSTRA, MAGARI IL PROSSIMO ANNO SARETE MOTIVATI DA UN BEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA...

NON CREDO CHE ARRIVI PERINETTI, MA SE ACCETTA SIGNIFICA CHE CI SONO LE BASI PER FARE BENE E CREDO CHE DI QUESTI GIOCATORINI NE RIMANGANO DAVVERO POCHI

ULTIMA ANNOTAZIONE PER IL PORTIERE: LA PARTITA DI GRAGNOLI HA DIMOSTRATO ANCORA UNA VOLTA CHE CI VUOLE UN PORTIER UNDER PER SFRUTTARE UN OVER IN PIU' IN UN ALTRO REPARTO...

Data: 03/06/2021 14:32:07 Nick: Braccio da Montone

Maaaaa di Perinetti che si sa??
Ritengo la scelta ottima per tirare una riga e ripartire da zero, però non dovesse accettare sarebbe un segnale non buonissimo anche se ci può stare, in compenso se la scelta è stata fatta per tacitare la piazza come fu con il ritorno di Gilardino, credo che potrebbe essere un'operazione pericolosissima stile boomerang, perché uno come Giorgio lo devi supportare e se ciò non fosse direi che nella scelta avrebbero peccato di estrema leggerezza.......noi nel tritacarne della D ci siamo già stati anche troppo...mia opinione.

Maglie:
Ieri all'ingresso delle squadre in campo ho sentito Giacomino (assistente telecronista) parlare delle maglie bianconere che abbiamo visto quasi mai quest'anno, declamando problemi con la Mizuno, perche le devono stampare etc.etc.etc....il problema quasi insormontabile sembrava l'apposizione dei numeri.
Ora siccome noi avevamo un macchinario (pressa??) Per incollare numeri e nomi e fino alla D del 2014 era in funzione...domando: che fine ha fatto??
Perché se la Mizuno non le stampa, incolliamoli noi, basta ritrovare la macchina per farlo.....o nel tempo ci siamo venduti anche quella???.

Possibile che non si possa vedere la squadra giocare in bianconero???....ma poi se esiste qualche problema tecnico proviamo a risolverlo nooo??.... è un campionato intero che se ne chiede la sorte, ci fosse qualcuno che si fosse preso la briga di risolverlo.....anche li ci intortarono all'inizio con le maglie inquartate che sembrava di chiedere l'oro e ce le fecero pesare in maniera esponenziale...(il logo no... che gli vuoi rompere i coglioni visto quanto dovranno spendere...ma le maglie inquartate..ah state sicuri) ma è come se non le avessimo mai avute, ma il bello è che non importa un cazzo niente a nessuno, questa è la verita...

Quindi se la Mizuno non le stampa...che ci diano le maglie e vorrà dire che ci s'attaccano da noi...sempre che si ritrovi la pressa...però.

ÀD MAIORA

Data: 02/06/2021 16:42:56 Nick: roburunicafede

SE ARRIVA PERINETTI SIGNIFICA CHE SI VOGLIONO FARE LE COSE SERIE...

SE ARRIVA PERINETTI QUESTI GIOCATORI INETTI E INCAPACI LI MANDA VIA TUTTI!

Data: 01/06/2021 00:41:37 Nick: GhiBell1

Speriamo in Perinetti..speriamo tanto!!!

Data: 28/05/2021 03:48:55 Nick: Braccio da Montone

Stasera il Venezia è andato in serie A.
Anni fa il Venezia cadde in serie D, ma ripartì da un grande dirigente calcistico a noi ben noto, Giorgio Perinetti.
Io oggi non avrei mezzo dubbio su cosa fare.

Questo è l'ordine:
1) Perinetti
2) Di Battista (con i giovani s'è già dato con Gramnatica...ora basta)
3) Minguzzi (di lui s'è già detto delle amicizie "particolari")

Te devi puntare su Perinetti e che si porti con se uno giovane cone fece con Faggiano quando venne a Siena con Mezzaroma, impara con lui e poi lo lascia qui proprio come fece con il buon Danielone Faggiano oggi tra i più bravi direttori in cirvolazione.
Se seguono questa strada il Siena risorgerà, se no ci si fa la fondata...al massimo vai in C , ma non di più.

Io mi sarei anche rotto i coglioni di tutte queste mezze calzette, dopo Matteo Matetazzi non ne abbiamo avuto più uno a garbo, solo una serie di boriosi raccattati che hanno dimostrato ampiamente quello che sapevano fare, ah vai da leccarsi i baffi, nessuno escluso, compreso quello di quest'anno.

Noi abbiamo bisogno di un personaggio che sappia di calcio, che sia referenziale, che sappia di cosa si parla quando si organizza una società di calcio...insomma uno che sa come si fa, uno che conosce il calcio.

Sono mesi e mesi che lo dico a maggior ragione se chi guida la società, la proprietà stessa non sa nemmeno da dove si comincia e gli ultimi avvenimenti che ci hanno visto ahimè coinvolti e protagonisti, dimostrano tutta l'approssimazione, la dabbenaggine e l'incompetenza della dirigenza del Siena, sia nelle scelte societarie come in quelle relative (e qui mi ripeto dopo il post sotto) per quello che riguarda un ASSET FONDAMENTALE per la societa, il Settore Giovanile, ad oggi quasi inesistente e clientelare....basta con gli amici degli amici, anche in questo specifico ambito ci vogliono persone che sanno quello che fanno, professionisti veri, gente che ha visione, perché le fortune di una società piccola la fa il Settore Govanile e le strutture ad esso destinate, ma sopratutto una profonda conoscenza di metodologie e organizzazione, ad oggi elementi a noi sconosciuti....ed anche qui ci sarebbe da investire soldi veri, ancor prima dello stadio, l'unica cosa che interessa a tutti ma che non fa mai nessuno, la famosa foglia di fico che copre tutto ma che dietro poi non ci trovi mai niente

Non esiste un'alternativa, ormai non piu, la pazienza è finita, la fiducia anche e siamo a dire sempre e soltanto le stesse cose, non basta aver visto partite di calcio per essere intenditori o meglio...conoscerlo.

AD MAIORA

Data: 27/05/2021 15:39:26 Nick: Braccio da Montone

Vero Ghibel1, una città da 50mila abitanti che sconfigge una delle più grosse , se non la più grossa e ricca societa di calcio a livello mondiale come il Manchester United, ma forse c'è una cosa che non sai, e cioè che ieri fra i 22 giocatori della rosa del Villareal ce n'erano 11 che provenivano dal loro settore giovanile.
Villareal, 50mila anime, un buco dietro alla più grande Valencia che vince l'Europa League se non avesse avuto una simergia così non avrebbe potuto competere in nessun modo....11 giocatori su 22 che sono usciti dal loro settore giovanile ed è questo che consente ad una piccola realtà così, molto simile a Siena di resistere nella Liga con squadroni immensi, magari fargli il culo ogni tanto e vincere una coppa Europea.....il trucco è li e consiste nell'investire forte sul settore giovanile e non credo ci sia da aggiungere altro, a buon intenditor poche parole......bravi al Villareal.

AD MAIORA

Data: 26/05/2021 23:57:01 Nick: GhiBell1

Intanto una citta' di 50.000 abitanti vince l'Europa League....

Data: 26/05/2021 14:47:26 Nick: CAPPOTTO TATUATO

W LO MUNCHEN !

Data: 26/05/2021 09:30:13 Nick: quixote

A SIENA NON C’E’ ALCUNA VOLONTA’ DI AVERE IL CALCIO AI VERTICI!!!

E’ semplice da capire eh.
Quali siano i REALI motivi, non lo so… ho tanti sospetti ma poche certezze.
Ma il FATTO che CONTA è che a Siena non si vuole il calcio ad alti livelli.

Chi non l’ha ancora capito è un vero COGLIONE.

Chi non ha ancora capito che il VEEMENTE e STRUMENTALIZZATISSIMO attacco a De Luca altro non era che l’inizio dell’ASSASSINIO della ROBUR, è un COGLIONE!
(Rileggetevi i nomi, i protagonisti, coloro che attaccarono De Luca in maniera IGNOMINIOSA! Ecco, riportateli alla memoria quei nomi, quei gruppi e lì troverete i RESPONSABILI di questo scempio… ancora oggi! Sono LORO gli attori PROTAGONISTI… ANCORA OGGI!)

Braccio ha il dubbio che, forse, ci meritiamo tutto questo; io non ho alcun dubbio: CI MERITIAMO TUTTO QUESTO.
Ce lo meritiamo perché abbiamo creduto agli incantatori, ai bugiardi di professione, ai millantatori, agli squali sorridenti, alle pacche sulle spalle… avvelenate.

Pochi, pochissimi di noi hanno cercato di far aprire gli occhi a chi si ostinava a giustificare tutto e quei pochi di noi sono stati offesi e dileggiati.

C’è stata UNA LOTTA?
NO, non c’è stata!
C’è stata SOTTOMISSIONE, ACCETTAZIONE, FATALISMO.
Il “ricordiamoci da dove veniamo” mi rimbomba ancora oggi nelle orecchie come una delle più grandi offese alla nostra intelligenza… ma andava bene alla maggioranza anche quello.

La VERITA’ (la mia eh) è che Siena è ormai popolata da pavidi fatalisti che storcono la bocca mentre mangiano un panino pieno di merda e ringraziando pure.

L’ASSASSINIO è avvenuto, rassegnatevi!
Nessuno ha saputo fare MURO!
E se vi aspettate che accada il MIRACOLO, state SOGNANDO!

A CHI, a Siena, DECIDE DAVVERO… le cose stanno bene così; punto e basta!

Data: 26/05/2021 04:13:17 Nick: GhiBell1

Non fa una piega, è una analisi perfetta, secondo me, con un filo logico che ha ed avrebbe senso. Ma ormai siamo anche abituati a cose che non hanno senso e logica, tante ne abbiamo viste, vissute e rivissute. Certo che a partire da quella Siena - Inter, che se non ricordo male riusci' a farmi inca..are per un gol loro segnato mi sembra in fuorigioco con due o tre uomini e tanti complimenti al Siena di tal Mourinho a rivedere la parabola discendente percorsa nel frattempo viene non solo da piangere ma da mettere il capo tra le mani. Sembrano cose accadute cento anni fa..e nella realta' è passata solo una decina d'anni. Un tunnel maledetto dal quale non si vede uno spiraglio di luce...ecco forse la scelta della maglia nera in questo senso puo' avere una ragione. Staremo a vedere, i tempi per ripartire non sono lunghi e qualcosa dovra' succedere, per forza.

Data: 26/05/2021 01:32:25 Nick: Braccio da Montone

Ciao Ghibel1 rispondo a te ma è un messaggio che può essere estendibile a chiunque.

Non ho la presunzione che quello che dico sia vero ma sopratutto non ci sono eclatanti scoop in quello che scrivo (che rispetto a prima oltre ad essere più edulcorato sono anche meno presente) in quanto non faccio altro che commentare quello che i giornali o altri siti più o meno specializzati riportano, non è che mi sono inventato qualcosa...era già scritto a prescindere che poi certi movimenti si concretizzino o meno.

Fu strano che Gilardino avesse riaccettato di tornare (anche se gli veniva ridata una possibilità), dopo che tutti e ripeto tutti, l'avevano trattato davvero di merda, con dichiarazioni assai trincianti nei suoi confronti, anche da parte di chi poi lo ha riaffiancato
In quel momento aveva buoni bonus da spendere.....che evidentemente fra quello che aveva fatto qui nei primi mesi ed il nome che si porta dietro.....gli erano maturati e se lo sapevo io che il Cosenza era interessato a lui a gennaio, figuriamoci se non lo sapevano i dirigenti del Siena, ma in quel momento con il rischio di far traballsre tutto il castello sportivo/politivo messo in piedi, la soluzione era quella di zittire i tifosi inferociti ridandoti ciò che i tifosi volevano cioè Gilardino....ma lui se ne andrà e nella logica di tacitare chi osserva e sbofonchia, sono anche le parole del V.P. che annuncia l'incondizionata scelta del tecnico attuale sapendo però di mentire.

Ecco che viene da se il completo fallimento tecnico perché il Cittone Armeno l'hanno reimpiegato in altro e mandato via,, Grammatica ha datto una squadra a Gilardino raccapricciante, sia prima che dopo (e non credo vada dove va l'allenatore), di Gilardino abbiamo detto, ma credo che ne abbia già abbastanza di questa banda di nicche, la squadra, dipinta sopratutto nei giovani la più forte che c'era, abbiamo visto invece che non era così, insieme ai vecchi che potresti rispedire tutti a casa senza colpo ferire....insomma un totale fallimento sportivo che ha rasentato il suicidio sportivo per quello che si sente dire su quello speso, che non credo abbia fatto piacere alla proprietà, una proprietà calata qui per comprare i locali di Bidilo (ed anche questo fu riportato dsi giornsli su interviste degli interessati), che potrebbe investire sull'immobiliare e la prima loro apparizione qui, la dice lunga sul fatto che potevano fare tutto compreso tenerci in serie C (ed oghi potevi per assurdo essere ai play off per giocarti la serie B) se ne avessero avuto voglia e capacità, era palese che il calcio non interessasse ma che per poter fare il resto dovevano prenderlo...magari spendendo meno del prezzo Durio, cosa che invece forse hanno eguagliato se ci metto anche il milione e passa dello stadio....per poi ritrovarci dove e come siamo..

Che non fossero frullati per questo lo si evince dal fatto che latitano quando devomo prendere la società in C.. (magari consigliati da chi intendeva farli risparmiare per fargli spendere quei soldi nello stadio con l'inspiegabile bando di affidamento stadio dal valore di 1 milione e 200 mila euro suonanti...pro domo di altri).... perché va da se che prenderla in C ti poneva un gradino sopra più vicini alla risalita in B e chi con ipotizzato entusiasmo si avvivina al calcio perché non dovrebbe avere l'ambizione per alte categorie, di sicuro ben più della D??...solo loro hanno pensato di risparmiare??...no, è solo che non era farina del loro sacco, qualcuno muoveva i fili per più di un interesse, ormai passato nel dimenticatoio.

Ecco caro Ghibel1 che se la cosa (il calcio) è stata vissuta dagli Armeni con fastidio, lo strombazzato (ma ipotetico) arrivo di Minguzzi non ha fatto che avvalorare il pensiero che davvero questi si volessero levare il tarzanello calcio dal culo, perché Minguzzi non è un nome a caso, perché Minguzzi ha vissuto per anni (and is not for everyone) con Camilli (oggi libero ma ad ottobre 2019 sondato proprio dal nostro Sindaco per riparare la crisi della Durio) , è vicino a procuratori e direttori (A Siena un po invisi a dire il vero) che tutto potrebbero far pensare ad un inserimento sul calcio (non sull'immobiliare...sempre che mantengano i proclami Oganyani) da parte di altri soggetti che non siano gli Armeni......poi i fatti ci smentiranmo ed avremo sporcato questo muro per niente, ma in base a quello che si vede è corretto anche ipotizzare scenari magari irrealizzabili o assurdi, sempre perché qualcuno i nomi li scrive o li nomina e non li smentisce...

Io credo che potremmo anche aspettarci sorprese o novità, se invece ci siamo azzardati troppo ed abbiamo sognato allora vorrà dire che la sera a cena staremo più leggeri.......io però il lecito dubbio maturato su situazioni, non su sentito dire, me lo pongo lo stesso, ma secondo me non mi aspetto sorprese di altri inserimenti, se gli Armeni decidessero di disfarsi di un loro asset, cioè la parte sportiva, lo faranno con personaggi gia chiari e con accordi stretti ed inscindibili...."lasciate ogni speranza o voi che..." mi verrebbe da dire ad altri che di ingolodissero dtrada facendo, non prevedo e non mi aspetto sorprese ma solo routine, perché anche quedto..."is not for everyone"...nkn è per tutti.

Ultima cosa...stasera per farmi ancora più male, mi sono rivisto Siena -Inter partita che decretò il 18º scudetto dei nerazzurri giocata a Siena, in uno stadio gremito all'inverosimile di interisti ma anche di tanti senesi accorsi per vedere grandi campioni che quel giorno avrebbero conquistato lo scudetto......ti giuro mi c'è venuto da piangere, pensando a dove siamo ed a quello che stiamo passando ed un dubbio che davvero ci stessimo meritando tutto quello che ci succede, non poteva non venirmi.

AD MAIORA.

Data: 24/05/2021 23:31:57 Nick: GhiBell1

Grazie di cuore, Braccio, per chi, come me è lontano, ma ama seguire le vicende calcistiche e societarie è un piacere leggere qualche notizia o anche qualche semplice supposizione, di quello che bolle in pentola.

Data: 24/05/2021 16:23:23 Nick: Braccio da Montone

L'immane tragedia di Andrea Mari che ha coinvolto tutta Siena, la settimana scorsa, ha fatto si che nessuno o per lo meno io, controllassimo cosa stesse succedendo in altri ambiti, tipo quello calcistico, e solo oggi ho scoperto che proprio il 17 Maggio, giorno ferale per tutti noi, sul Fol campeggiavano poche righe di bentornato in società per Vincenzo Loi, che già in passato aveva ricoperto incarichi prima in quella che fu l'AC. Siena e poi in seguito nella S.S.Robur Siena.
Se avessi letto la notizia prima l'avrei commentata insieme a quello che ho scritto ieri sera, ma non sapendo niente, tutto ciò mi è sfuggito, ma la notizia di Loi di nuovo in società potrebbe essere in qualche modo legata a quello che avevo presunto io ieri sera.

Vincenzo Loi, a memoria, era nel Siena di Lombardi Stronati nella fase di passaggio a Mezzaroma, poi fu chiamato per gestire il passaggio e tutta la burocrazia quando Ponte prese il Siena dopo la chiusura del 2014, ritroviamo Loi nel passaggio tra lo stesso Ponte ed Anna Durio.
Da allora ha sempre lavorato con la Federazione come consulente credo, prima con Gravina e poi con chi lo sostituì alla guida della Lega di serie C, ed oggi dai sentito dire, pare essere rientrato nel Siena.
Ora siccome avendoci abituato ad essere presente nei passaggi societari tra un proprietario e l'altro in più di una occasione, il fatto che sia rientrato potrebbe (e qui uso il condizionale) presupporre magari una nuova cessione, tanto da avvalersi della sua ormai ventennale esperienza in questo campo, cosa che si legherebbe a quello che scrissi ieri (che poi sia il Camilli, l'Astinassi o il Farafulli, poco importa).

Ovviamente essendo Vincenzo (che mi pregio di conoscere da tempo) un professionista a tutto tondo, potrebbe essere stato richiamato dalla proprietà a gestire dall'alto della sua competenza/esperienza, la questione finanziaria della società ACN Siena, e su questo non avremmo niente da obiettare etichettandola fra l'altro come un'ottima scelta a nostro avviso, ma Vincenzo nel tempo ci ha abituato anche a gestire altro, sopratutto passaggi di proprietà, quindi solo il tempo ci smentirà o meno sulla vera motivazione del suo ritorno a Siena, e sulle reali implicazoni che il suo ritorno potrtà comportare per il calcio a Siena.

Per chi non fosse stato attento su quello che scrivo da anni, ci sono due persone (fra l'altro validi ed eccellenti professionisti) che hanno una storia loro, personale, che li lega al Siena per motivi diversi, ma che per me sono diventati dei veri e propri parametri di confronto.

Il primo è Davide Rossi già amministratore delegato di FISES (e non solo) che per ben due volte ricoprì ruoli all'interno della società AC Siena prima ed S.S. Robur Siena poi, come Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, per determinati periodi (organo di controllo sui conti societari), lasciando l'incarico, esattamente in tutti e due i casi, un anno prima della chiusura della società...evidentemente quando la chiarezza non emerge (e li non emerse) è solito passare la mano...ma ciò mi fece pensare, e forse (anche se non ne ho mai avuta una riprova) pensai giusto, perchè la società poi a distanza come dicevo di un anno o poco più dalla sua uscita, chiuse i battenti, prima con Mezzamestola e poi con la Durio....sarà stato un caso???...non credo.

Vincenzo Loi è l'altra persona, dall'alto della sua esperienza (un po come Rossi ma in ambito diverso), che invece lo troviamo nei vari passaggi societari succedutisi nel tempo da persona serissima ed esperto di tali transizioni.......oggi che lo ritroviamo in società, a noi tifosi della panca ma attentissimi a tutto, ci viene il lecito dubbio che potremmo assistere ad un ulteriore passaggio di mano, io non mi sentirei di escluderlo a meno che Vincenzo non ci smentisca.

Ora potrebbe darsi il caso che abbia volato troppo con la fantasia e magari detto una manicata di cazzate, e non me ne voglia chi è stato citato o chiamato in causa, ma se due indizi fanno una prova (fra ieri sera ed oggi), ci sta che qualcosa bolla in pentola....a Siena le cose che a prima vista sembrano complicate a volte sono più facili di quello che si pensi, e direi anche le più logiche.

AD MAIORA.

Data: 24/05/2021 02:15:42 Nick: Braccio da Montone

Oggi dopo l'immane tragedia che Siena ha vissuto nei giorni scorsi torniamo ahimè a parlare di calcio, la cosa più importante fra le meno importanti ma che per ora continua a farvi parlare un po, e quando la palla non rotola le parole si sprecano.

Innanzitutto sottolinerei l'interrogazione di un consigliere di minoranza sulla questione stadio dopo le parole del vice presidente del Siena Noah (così viene definita), ma questa l'analizzeremo quando ci sarà.
A seguire una serie di indiscrezioni, passate quasi sottotraccia ma che hanno portato la nostra numerosa redazione a fare un'attenta analisi sui temi in questione.

La società ha fortemente ribadito la volontà di tenere se possibile Gilardino anche per il prossimo anno ma trapelano notizie di un interessamento per lui del Cosenza società appena retrocessa in C.
Onestamente qualche sussurro lo avevamo colto anche a Gennaio quando Gilardino fu esonerato, in quanto voci incontrollate lo davano come collaboratore di Prandelli a Firenze ma non era così, Gilardino in virtù del buon campionato portato avanti fino a quel momento, aveva colpito l'attenzione dei Cosentini, ma l'allenatore piemontese non aveva voluto prendere la guida della squadra (e poteva farlo in quanto aveva allenato nei dilettanti) per non mettere in difficoltà anche il tecnico del Cosenza così che i calabresi avevano continuato con il loro tecnico ma Gilardino piaceva.

Il resto della storia la sappiamo con il ritorno del tecnico a Siena che ho sempre pensato facesse più comodo alla società che non a lui, visto la piega che avevano preso le continue contestazioni al management della società ed alla proprieta tanto da inficiare anche il prosieguo della permanenza a Siena e sopratutto sarebbero state inibenti verso la possibilità di sviluppare i propri affari attraverso il bando stadio....ci voleva silenzio su tutto e quello che rappresentava il ritorno di Gilardino era di fatto solo per silenziare i tifosi e non avere ulteriori rotture di coglioni e così è stato.

Insieme alle voci sul tecnico sulla grativola c'è giustamente andato anche Grammatica ma non credo che possa seguire il tecnivo a Cosrnza, in primis perché non mi lare abbia fatto un gran lavoro a Siena e poi perché fossi Gilardino col cazzo che me lo tirerei dietro dopo il gangheretto fatto al momento dell'esonero.
Ora se questo progetto sportivo fosse così forte come dicono, al pari della volontà di tenere il tecnico come asseriscono, non ci dovrebbero essere problemi, ed invece credo che quelle del V.P. siano solo parole di circostanza perché sapevano già dal ritorno di Gilardino a Siena che non sarebbe rimasto e la presenza di Maccsrone (che sta prendendo il patentino Uefa A a Coverciano) ad alcune partite del Siena potrebbe voler dire che sarà lui il nuovo tecnico a costi irrisori (visto che gli diamo la possibilità di cimentarsi subito con una squadra e come minimo gli toccherà spendere di tasca pwr avere una squadra), il tempo ci dirà se saremo stati buoni profeti o meno.

Chiaramente questa situazione di smobilitazione ha portato a fare qualche nome per la gestione tecnica stante la difficoltà a confermare uno come Grammatica che a differenza di Gilardino nessuno ha nominato per un salvataggio in estremis, visto le problematiche insorte, addebitabili esclusivamente a lui.
In realtà i giornalisti della Nazione di nomi ne hanno fatto uno soltanto ed è Vincenzo Minguzzi con carriera svolta in queste categorie sempre e soltanto alla corte di Camilli e lo ricordiamo sopratutto a Grosseto e Viterbo, un uomo come detto di Camilli di sicuro
oltre che vicinissimo a Caravello, procuratore cognato di una nostra vecchia conoscenza mai apprezzato a Siena come Antonelli.

Ovviamente per complottisti come noi questo nome non è passato sotto traccia tanto da farci pensare che dietro a lui (anzi direi davanti a lui) ci sia il buon Camilli, osteggiato in anni passati dalla politica che invece potrebbe oggi trovare un habitat diverso da prima ed a lui più consono e favorevole....e siccome tempo fa fu proprio il nostro attuale Sindaco mi dicono a cercarlo per fargli prendere il Siena della Durio, non vorrei che stavolta si chiudesse il cerchio.

Ma gli Armeni mi chiedete voi??.....lascerebbero nel caso, ma solo il calcio, tenendosi la parte immobiliare cedendo una cosa a cui hanno dimostrato di essere agnostici e poco preparati, un rompimento di coglioni infinito che li ha fatti spendere un botto con tante critiche a corredo....no, il calcio è un dato di fatto che non è cosa per loro ed ecco che avrebbe un senso Minguzzi e di riflesso Camilli, oggi si ben visto dalla politica e già a suo tempo accostato come vi dicevo al Siena......questo consentirebbe agli Armeni di diventare la societa proponente il progetto stadio, lasciando a Camilli il calcio che diventerebbe la società utilizzatrice lo stadio, con un accordo preventivo fra le parti come recita la legge 147/2013 sugli stadi, da me spesso ricordata.

Uno come Camilli che rifiutò la Robur della Durio perché la voleva a gratis (in quanto a lei non gli voleva riconoscere niente) troverebbe terreno fertile, e sopratutto si potrebbe veder recapitata la società a gratis, tanta è la voglia a mio avviso degli Armeni di levarsi sto gatto attaccato ai coglioni che si chiama calcio.
Poi andrà visto che tipo di impegno si prenderanno nell'edificare lo stadio, se faranno una cosa a mezza pinta o no, ad oggi in assenza di progetti chiari diventa anche poco chiaro il loro impegno futuro, ma erano venuti qua per costruire ben prima della chiusura della Robur, ma se quello di loro più frullato nel calcio era Gevorkyan, vi lascio immaginare questi come possono essere, e la presenza di personaggi legati indissolubilmente alla politica come il Belli, lascia intendere quello che in realtà c'è dietro ad una palla che rotola......mi fa pensare che so cambiati i suonatori ma la musica è sempre la stessa.

Giudizio su l'ipotetico Camilli on fire a Siena...beh il personaggio un po si conosce è un padre padrone che magari ti potrà riportare anche di sopra ma se la su gallina un fa due uova gli tira il collo e tutto questo mi preoccupa visto quello che troverebbe a Siena, compresa la ritrosia di chi si renderebbe conto che con lui bocca un ce la metti, ma intanto servirebbe per lucidare le medaglie in attesa di tempi migliori e scadenze individuate.
Personalmente non rappresenta il mio prototipo di predidente, visto che nel tempo non ha creato niente dove è stato (anzi dove ha potuto ha sfruttato o perlomeno ci ha provato) ma ha cercato di sfruttare il momento e basta senza progettualità, a scadenza come il tonno, (un Fedeli 2 la vendetta), mentre noi abbiamo bisogno di stabilità, di obiettivi chiari e programmi sportivi a lungo tempo, ma non è lui che ce li può dare, in altre realtà ha dimostrato questo ed è difficile che il lupo perda il pelo ed il vizio.
Gli Armeni nella mia nente bacata potevano rappresentare questo, ma non avevo fatto i conti con loro e sopratutto con chi li ha accompagnati, gli obiettivi si è capito subito essere altri ed il calcio era solo un veicolo per raggiungerli....se molleranmo a qualcuno sarà tutto chiaro e per una volta non vorremmo avere ragione sulle reali intenzioni.

Siamo in attesa di capire meglio, non avremmo voluro metter bocca, ma se ci viene data la possibilità da altri di commentare o interpretare allora non ci sottrarremo mai.

AD MAIORA.....(dalla nostra numerosa redazione)

Data: 20/05/2021 10:22:05 Nick: roburunicafede

INTANTO LA SOCIETA' DEL PISA HA ACQUISATO DEI TERRENI VICINI ALLO STADIO DOVE SORGERA' IL NUOVO CENTRO SPORTIVO ALL'AVANGUARDIA...

QUESTI LI CHIAMO FATTI NON CHIACCHIERE.....

Data: 19/05/2021 13:35:11 Nick: santinonuccio

Temo che Questi stanno davvero con 100 euro in tasca.. Speriamo vendano o esplodano presto... Io la C l ho già vista vent anni e non la rivedo..

Data: 18/05/2021 01:13:20 Nick: GhiBell1

Per come la vedo io. Ho 100 euro in tasca e quattro macchine in cui mettere benzina, perche' le devo far andare tutte e quattro, quanta benzina posso buttare in ogni una ? Al massimo 25 euro. Ecco perche' non mi aspetto grandi cose anche dal prossimo anno..tutto vero quello che dite sotto. Spero che Lotito, visto che è imparentato coi Mezzaroma, ora che dovra' vendere la Salernitana ci faccia su un pensierino...

Data: 17/05/2021 12:18:10 Nick: vecchiocuorebianconero

Mister intendo “staff tecnico” perché uno da solo non fa niente!!!
Ci hanno sempre messo la
Faccia, e’ vero in campo vanno loro! Ma se uno corre a velocità 5 non si può pensare che vada a 12, può arrivare a 7 ma a 12 non arriverà mai! Quindi non e’ colpa dei ragazzi...fidatevi!

Data: 17/05/2021 12:16:40 Nick: vecchiocuorebianconero

A me invece sorge spontanea una domanda:
MA DI QUALE SOCIETÀ SI STA PARLANDO?!?!
Ma esiste una società?? Nella figura di chi?!!!
Perché sono state presentate 100 persone con cariche uguali a supercazzole esagerate e poi?!?!
Una squadra formata da ragazzi di mediocri qualità!!! E un mister “bravo” che ha fatto miracoli!